Pin It
Tutte belle promesse, ma l’abusivismo edilizio a Velletri rimane sempre impunito.

La dichiarazione del Consigliere arch. Elis MONACO, apparsa sul giornale locale “LA TORRE” del 22 agosto 2008 che si riporta integralmente: “Dobbiamo abbattere l’abusivismo, piaga di Velletri, dobbiamo abbattere l’arroganza e lo squallore evidenti in alcune situazioni di edilizia abitativa. Velletri non è terra di conquista, Velletri è dei Velletrani e a loro deve rimanere, per loro deve diventare una città di eccellenza.”, non ha avuto la dovuta attuazione.


Le perplessità che avevo espresso nel mio articolo del 1 settembre 2008, pubblicate giornale online www.radiocivetta.eu e lette da molti Veliterni, oggi sono più che mai confermate. L’articolo concludeva con l’affermazione, rivolta all’arch. MONACO: “Le sarà consentito di farlo? Dubito e il Suo sogno caro Consigliere rimarrà nel cassetto…”

Ancora oggi si verifica, specie in molte zone semi agricole di Velletri, una indiscriminata realizzazione di immobili, nuovi o ampliati, non solo per quanto riguarda la necessità di possedere una prima casa ma bensì per quella della seconda casa da sfruttare per ricavarne un utile finanziario non denunciato.

Pertanto questi Signori non pagano l’ICI, non pagano le tasse, alla barba degli onesti e quindi sono i veri evasori fiscali; conseguentemente eludono abilmente gli accertamenti da parte della Guardia di Finanza perché non esistono nell’elenco dei proprietari di immobili.

Si pensi quanto denaro non entra nelle casse dello Stato, si pensi quanto denaro viene sottratto al Comune.

Oltre a tutto quanto questo, gli immobili realizzati abusivamente non hanno avuto nessun rispetto per le zone dichiarate di interesse ambientale e paesaggistico.

Nessuno si è mosso. Non si sono mossi i Beni Ambientali e Paesaggistici. Non si è mosso il Comune di Velletri perché la sua Giunta è impegnata a risolvere innumerevoli grane, ultima delle quali quella relativa al pignoramento da parte di una Azienda per circa 5 milioni di euro. Litigi continui dividono la Giunta stessa. Il Sindaco non sa mai prendere opportune decisioni perché aspetta forse l’ordine del partito che politicamente lo sostiene, partito che oggi è in continuo declino con una esasperante lotta intestina per il potere.

Si può obiettare: ma l’opposizione che ci sta fare? Giusto, la colpa non è solo della Giunta Municipale ma anche della opposizione incapace, dilaniata nel suo interno e mal condotta.

Ma tutto questo caos determina un grave danno d’immagine alla città ed alla sua gente, beffando e conseguentemente offendendo tutte quelle persone che della rettitudine ne hanno fatto la loro bandiera di vita.

Evviva i truffatori, abbasso gli onesti che pagano le tasse!

Questo in sostanza si sta verificando nel Comune di Velletri…..e tutto tace!

Marforio, la voce dei Castelli Romani 10.07.09

Aggiungi commento

10


Codice di sicurezza
Aggiorna