Pin It
Ma se qualcuno le ama e le tratta da regine, come fa " un normalmente uomo", questo viene massacrato. silvio_berlusconi-insertg-fini-insert
Le contraddizioni di questo sventurato Paese dove l'invidia e ottusità la fanno da padrone. Non ci sono proposte politiche ma si guarda solo sotto le lenzuola del Cavaliere. Forse questo è un modo con cui  i detrattori raggiungono l'orgasmo.Ognuno gode come può. Denigrando il prossimo da felicità. Vite povere di spirito.
C'è una folta schiera di "intellettuali" che anzicchè discettare su Machiavelli o Marx,  Mozart o Platone, Picasso o Martin Scorzese, Steven Spielberg o sul Processo di Norimberga perde il proprio inutile tempo a contare gli amplessi di Silvio Berlusconi.
Cari oppositori estremi, dovreste valutare se funziona la testa del Cavaliere, non la sua fagiolina. E la testa di Berlusconi ha sempre funzionato. Certo se si contornasse di consulenti validi e buttasse a mare molti di quelli che ha, dimostrerebbe che la sua testa funziona al meglio. Della riforma della Giustizia, per esempio, che vogliamo fare? Gli elettori aspettano e stanno aspettando invano!

sabina-guzzanti-insert"Berlusconi ama le donne! Scandalo! Si deve dimettere da Presidente del Consiglio" E via di seguito con queste boiate pazzesche. Silvio Berlusconi, per il sol fatto di ammettere che gli piacciono le donne, viene trattato alla stregua di un serial killer. La cosa non ci dovrebbe meravigliare più di tanto. Siamo abituati alla misoginia. E non solo da parte degli uomini. Ma dalle stesse donne contro le donne. Guardate cosa è capace di dire la soave Sabina Guzzanti. La figlia dell'onorevole Guzzanti  che è stato militante alla corte del diavolo Berlusconi. Sabina che dal prenestino certo non proviene. E non è neppure una rom, come lei con dispiacere annuncia. Questa  brillante rappresentante della sinistra "non moralista" strepita dal palco allestito in Piazza Navona la sera del 9 luglio del 2008. Nella giornata di manifestazione contro il Cavaliere. Prima di Noemi, prima di Patrizia D'Addario. Prima di Ruby la marocchina. Sabina Guzzanti, l'opinionista da palco e regista osannata dalla sinistra.

di-pietro-antonioProponiamo dei video tratti da You Tube sulla  sua performance di Piazza Navona il nove di luglio 2008. Con una grazia e un linguaggio di un legionario straniero algerino vilipendiava e olraggiava gratuitamente Papa Ratzinger, Benedetto XVI. Il Ministro Mara Garfagna, ll Premier Silvio Berlusconi. Questi tra i gettonati dall'artista da mercato di Tor di Quinto. Turpiloquio nelle cui maglie non si ravvisa lo straccio di una proposta.  Solo offese e ingiurie per il gusto di ingiuriare ed offendere. La figlia di papà. Per lei nulla è reato. La ragazza prodigio, i vari Grilli, l' ex-pm ed ex-poliziotto a capo di partito Tonino di Pietro, il trattorista beneventano. Tutti sul palco. La "Compagnia Bella Ciao" è al di sopra di ogni elogio per l'arroganza e il cattivo gusto che emana anche da zitta. Spettacolo che non vedremo mai. Questi parlano anche nel sonno.Tanto amano la loro voce. Narciso di mitica memoria era un dilettante allo sbaraglio al loro cospetto.

beppe-grillo-insertGli impotenti nazionali ed esteri non gli perdonano, a Berlusconi ovvio, lui è il soggetto, oltre ai tanti soldi, la tanta irruente virilità, naturale o con un aiutino chimico che sia. E cantano come le cicale sotto il sole d'agosto. Ininterrottamente fanno un rumore ripetitivo e infernale che scassa i c... i.
Lasciateci vivere in pace. Se non avete altro per la testa, riposatevi. Andate a funghi, a castagne, a raccogliere le olive. E' il tempo giusto. Se avete delle idee politiche, delle proposte serie e non aria al vento, parlatene. Altrimenti tacete. Ma ciò vi riesce impossibile. Esistete perche sentite la vostra querula voce. Altrimenti pensereste di essere già morti. Tanto siete inutili al momento e con questa testa che tenete.

veronica-lario-insertDa anni rompete con la storia che il Cavaliere è un puttaniere. Ma ha sedotto forse la voste figlia minorenne? La signora Veronica ha preso la sua decisione. Voi di che vi impicciate? Proprio voi fate i moralisti, cari sinistri dei miei stivali? Il Presidente si deve dimettere forse perchè scopa non con i trans? Certo sarebbe molto più di moda e accettato da voi se fosse frocio ( pardon, frocio non si dice, è reato, lo può dire solo Sabina la scurrile ), cioè se fosse gay ( ma il termine inglese "gay "in italiano dialettale non si traduce in "frocio"? E se io volessi parlare in italiano, la lingua di mi madre, e dire quindi  frocio, commetto reato?).
Se il Cavaliere presidente fosse un pervertito, un cocainomane e impotente forse non gli chiedereste di dimettersi. O si? Dico questo perche "tra voi" intere teste di c... sono trans, omo, impo, e tutto va bene. Governate regioni, conducete programmi d'assalto e quantaltro. E tutto va bene. Guai a toccarvi Siete una specie protetta!

bill-hillary-clinton-insertCi sembra di ricordare che un certo Bill Clinton, tal presidente degli Stati Uniti d'America, non proprio l'ultimo Paese al mondo, nei primi anni 2000 fu travolto da un sexgate con tale Monica Lewinsky. Ma ha continuato a fare il presidente degli USA nonostante la sua stagista si fosse attardata a pregare inginocchiata "col sorcio in bocca " davanti  a lui.  Nonostante le "sedute" con la Lewinsky, Bill Clinton è stato lasciato al suo posto di Presidente fino allo scadere del suo secondo e ultimo mandato.
E' evidente che contava di più il suo programma politico che le sue "divagazioni". Censurabili sicuramente sotto il profilo etico ma il Presidente di un Paese deve condurre il Paese verso lidi sicuri. Non ha preso i voti di castità. E' una questione privata che deve dirimere con la propria compagna, se ce l'ha. Punto.

hillary-clinton-obama-barak-insertE Hillary Clinton, la moglie "cornuta per eccellenza" non ha scritto missive deliranti ai giornali. Sa come va il mondo e gli uomini. Sa vivere di luce propria.  Non si è lasciata abbattere. E' una tosta. E' stata poi candidata a Presidente degli Stati Uniti ed è Segretario di Stato con il Presidente Obama Barak. Che non è la segreteria della parrocchia di Canicattì.
Ma l'America è l'America. Bacchettona quando vuole, ma funziona. Quando è il momento sa riconoscrere l'oro dal piombo. Anche quando l'oro è coperto di fango.

trio-fini-tulliani-insertMa l'Italia, quest'Italia così mal abitata, così vilipesa, è nelle mani di gente senza scrupoli che vivacchia alla grande con mille sotterfugi. Agguanta il Potere e non lo molla. Gente che chiede a gran voce la dimissione di tal ministro perchè sotto i riflettori per una questione poco chiara di acquisto di casa al Colosseo ( Scajola, nemmeno indagato). Gente ( al secolo Fini Gianfranco, Presidente della Camera Fondatore del gruppo "Futuro e Liberta") che promette le dimissioni dalla poltrona di Presidente se risultasse la casa di Montecarlo di proprietà di suo cognato
Giancarlo Tulliani. E risulta essere la sua. Che è indagato per truffa, parliamo sempre di Fni Ganfranco, e ancora sta a presiedere la Camera. Come nulla fosse.

striscioneLe irruenze a letto del Berlusconi Silvio, nel privato della sua casa, impallidiscono davantio a tanta tracotanza e faccia tosta. C'è da inorridire al pensiero che la "pratica" riguardante il delitto di truffa ascritto a Fini Gianfranco ( indagato per un solo giorno, dicono  le cronache, un caso unico al mondo forse ) e Pontone venga archiviata come richiesto. L'Onorevole Fini, indagato, non è mai stato interrogato. Come nemmeno la sua compagna Ely Tulliani e il fratello di lei, Giancarlo il proprietario della casa monesca. Certo il Fini ha sempre manifestato grande attenzione all'operato dei giudici. Lui ha fiducia in loro e loro hanno ricambiato la fiducia. Giusto!
Forse per stare al gioco reciprocamente devono tenere tanti scheletrini nei loro armadi.

tribunale-catanzaro-insert-2Tanti i personaggi che trafugano case, incartano processi, e manipolano i rappresentanti della Giustizia che a loro volta sono manipolatori. Dalla Procura di  Catanzaro. Vedi caso Contessa Lucifero - asse fallimentare. Per arrivare a Caltanisseta, Roma, Montecarlo e altro ancora... in lungo e in largo. Sono gli stessi rappresentanti del potere costituito che dovrebbero dare tante spiegazioni. Ma evidentemente non possono.

C'è da avere paura. Un detto rassicurante di altri tempi recita: "Male non fare e paura non avere". Ma a volte a pagare sono proprio quelli che male non fanno. Gli innocenti.
Che Dio ci aiuti.



civetta 004Adesso, prima di vedere la Sabina Guzzanti pontificare dal palco in Piazza Navona a Roma il 9 di luglio 2008, vi consiglio di respirare profondamente e accomodarvi comodamente in poltrona perchè dalla sedia potreste cadere in un sussulto di ribrezzo per tanto stupido turpiloquio. Anch'ella forse raggiunge l'apice del piacere così.
Come gli altri della "Compagnia Bella Ciao".




Post scriptum: Antonio Di Pietro:


IL VIDEO CHE CONTIENE LE PROVE DEI REATI PERPETRATI DA DI PIETRO ANTONIO FU MAGISTRATO. ORA "ONOREVOLE" .Che troverete anche nell'articolo pubblicato su questo giornale che potrete visualizzare subito cliccando sul link sottostante:

Otto minuti d’insulti dall’onorevole Di Pietro al Premier Silvio Berlusconi durante il suo intervento alla Camera ieri, 29 settembre 2010. Otto minuti di infamità

 




Aggiungi commento

10


Codice di sicurezza
Aggiorna