Pin It

Dopo cinquantanni dall’inabissamento nei mari della Calabria e della Somalia i materiali radioattivi emergeranno con tutta la loro potenza distruttiva

ilaria-mirannatale-de-grazia copiaPresentiamo l’articolo pubblicato dal titolo "RIFIUTI TOSSICI ALLARME IN CALABRIA”. Di Niccolo Zancan del giornale  “La Stampa.it” del 10 settembre 2011. Premettiamo che il DIBATTITOnews ha pubblicato per anni tutta la drammatica cronaca giudiziaria dei rifiuti  radioattivi  gestiti dal faccendiere Comerio. In questo contesto criminale ha trovato la morte in Somalia la giornalista di RAI 3 Ilalia Alpi e il suo operatore Miran Hrovatin. La giornalista era sul punto di scoprire i siluri pieni di materiale radioattivo  confezionati da Comerio e sparati nei mari della Somalia. E vi ha trovato la morte il Capitano Natale De Grazia anche lui sulle tracce dei criminali.

Le indagini sono state condotte fin dal primo momento dal coraggioso Dr. Francesco Neri all’epoca sostituto procuratore presso la pretura penale di Reggio Calabria. Il Dr. Bruno Scuderi, all’epoca capo di quella pretura trasmise tutti gli atti di indagine alla procura di Reggio Calabria.  Gli atti furono dati al sostituto procuratore Alberto Cisterna. Atti finiti nelle sabbie mobili...

Continua su J'Accuse... !  Altro nostro giornale online dedicato alla denuncia di ogni atto di ingiustizia. Per leggere l'articolo integralmente cliccare QUI