Pin It

dr pasquale stilo copiaIl ricordo del Dr. Pasquale STILO che ha diretto la sede INAIL di LOCRI portandola a livello d’eccellenza conforta e fa rabbia insieme quando si esamina il degrado che investe il SUD con lo smobilizzo e il disimpegno degli apparati statali e parastatali nel MEZZOGIORNO. Il primo vero problema delle regioni meridionali è quello umano. Pasquale STILO l’aveva capito fin da quando aveva iniziato a lavorare al servizio ispettivo dell’INAIL svolgendo le funzioni di vigilanza demandategli dalla sede di Reggio Calabria.

Come ispettore dell’Istituto, agendo in veste di pubblico ufficiale e, come tale, titolare di poteri d’ispezione svolti con senso del dovere ma consapevolezza delle difficoltà in cui si vive nel SUD e in CALABRIA ha svolto le verifiche sia per l’individuazione del lavoro sommerso o irregolare sia per la tutela dei lavoratori che per convincere gli imprenditori dell’utilità di fare emergere e legalizzare i processi produttivi aziendali in modo da garantirsi e garantire, nel rispetto della Legge, l’indennizzabilità degli infortuni e delle malattie professionali denunciati e un’adeguata copertura sulle eventuali responsabilità del datore di lavoro o di terzi per reati commessi in violazione delle norme di prevenzione ed igiene sul lavoro. Pasquale STILO ha suscitato l’ammirazione dei lavoratori così tutelati e degli imprenditori:svolgeva nell’interesse di entrambi le funzioni di indirizzo in materia d’assunzione e coordinamento delle iniziative di contrasto al lavoro irregolare.

A conclusione della fase di svolgimento delle funzioni ispettive l’INAIL lo destinò alla direzione della sede di LOCRI dell’Istituto perché potesse ancora più utilmente operare per la tutelare i lavoratori della zona più povera d’ITALIA. E nella LOCRIDE ha operato contro i danni fisici ed economici derivanti da infortuni e malattie causati dall’attività lavorativa e sollevare i datori di lavoro dalle responsabilità civili conseguenti al danno subito dai loro dipendenti e parasubordinati. In quest’ottica Pasquale STILO promosse iniziative che evidenziarono la necessità del rispetto delle norme di prevenzione e igiene sul lavoro. Da parte dei datori di lavoro convincendoli ad assicurare i propri dipendenti e parasubordinati impegnati in attività rischiose e degli artigiani ed dei lavoratori autonomi dell’agricoltura tenuti ad assicurare anche se stessi.

L’ufficio INAIL di LOCRI nel generale depotenziamento delle strutture statali e parastatali del territorio divenne un punto di riferimento che ancora oggi, dopo la scomparsa improvvisa di quel Dirigente, ne mantiene le caratteristiche di riferimento per le necessità di lavoratori e imprenditori nei settori dell’industria, artigianato, terziario. Sulla scia di quanto operato da Pasquale STILO con modalità superiori a ogni elogio LOCRI continua a garantire ai lavoratori assicurati che subiscono un infortunio sul lavoro o contraggono una malattia professionale la tutela dell’INAIL che eroga le prestazioni economiche, sanitarie ed integrative, anche nel caso in cui il datore di lavoro non abbia versato regolarmente il premio assicurativo. E anche per la valutazione e l’indennizzo del “danno biologico permanente” introdotti dal Decreto legislativo n. 38 del 23 febbraio 2000, come ricordava spesso Pasquale STILO la cui attività a LOCRI ne ha sempre visto l’impegno a sviluppare la funzione di prevenzione in termini di informazione e formazione, consulenza, assistenza e sostegno alle imprese favorendo anche un collegamento stabile e organico tra la scuola e il mondo del lavoro attraverso iniziative finalizzate a diffondere tra i giovani la cultura della salute e sicurezza negli ambienti di vita, di studio e di lavoro con il fine di creare una civiltà della prevenzione e orientare in tal senso le future scelte professionali.

In questa opera di sensibilizzazione Pasquale STILO ha potuto contare sullo scambio di idee ed esperienze con il fratello, il Prof. Rocco STILO, docente e fiduciario della sede distaccata del Liceo Classico TOMMASO CAMPANELLA di REGGIO CALABRIA. Pasquale e Rocco STILO avrebbero voluto realizzare un progetto per raggiungere gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, gli alunni e le loro famiglie, attraverso varie iniziative da realizzare sul territorio, in collaborazione con il Corpo dei Vigili del Fuoco e con le Amministrazioni locali. Concretizzandole nell’organizzazione di giornate evento a tema, mostre interattive e prove di evacuazione degli edifici scolastici, collegate a concorsi e premi destinati ai ragazzi e alle scuole partecipanti.

Con particolare attenzione per la creazione della “consapevolezza” dei valori della sicurezza e salute nei ragazzi delle scuole secondarie superiori e degli studenti delle Università. Con ciò favorendo riflessioni sulle prossime scelte professionali e l’i nserimento nel mondo del lavoro. C’è da augurarsi che quelle idee si possano trasformare in progetti concreti dalla cui realizzazione il SUD e la CALABRIA potranno partire per uscire dal degrado attuale.falcoverde

Aggiungi commento

10


Codice di sicurezza
Aggiorna