Pin It

dsc_5596-500-px-insertNinna nanna di Pino Carella ispirata dai tragici sbarchi di immigrati sulle carrette del mare Scritta in dialetto calabrese con traduzione in lingua italiana. 

Foto di Domenico Scalamandrè scattate durante uno degli sbarchi a Roccella ionica sulla costa calabrese in questo mese di aprile 2011


 
                                                                   ‘NTA STA CARRETTA

‘Nta sta carretta

Annacata du mari

Ncesti la matri

 Non ti spagnari

 



Nta terra promissa

Ndavimu arrivari

Lu patri nda spetta

Non mi fari arraggiari


Dormi squetatu

a luci di luna

allah ndi guarda

e paci ndi duna


dormi figghjiu

dormi mo’

dormi figgjiu

e fai la ooooo



ninna nanna

dormi mo’

dormi figghjiu

e fai la ooo



u sacciu cori meu

tu ndai fami

dormi figghjiu

ca passanu li brami


li lacrimi scindunu

a panza e’ vacanti

non cridia no

a tanti stenti


lu lupu grida

non voli u ti senti

ammucchiati cca ssutta

mannaia santu nenti


dormi figghjiu

dormi mo’

dormi figgjiu

e fai la ooooo


 

ninna nanna

dormi mo’

dormi figghjiu

e fai la ooo



chi notti longa

senza la strada

la luna ti guarda

 la barca t’annaca

t’addormentasti

trisoru da mamma

si dormu puru eu

cu ta canta la ninna?

Lu ventu di terra

chjianu nchjianau

La luna e li stiji

Di la notti astutau


Nu corpu di mari

Ruppi tutta la barca

L’acqua nda affuca

Ndi porta pe sutta

‘Nte vrazza i Allah

Sonnu eternu u ti duna

Lu figghjiu meu

Non ebbi fortuna

 

dormi figghjiu

dormi mo’

dormi figgjiu

e fai la ooooo


ninna nanna

dormi mo’

dormi figghjiu

e fai la ooo

IN QUESTA CARRETTA

dsc_56001-insert-500px

In questa carretta

Dondolata dal mare

C’è la madre

Non t’impaurire


Nella terra promessa

Dobbiamo arrivare

Il padre ci aspetta

Non mi fare arrabbiare


Dormi tranquillo

Alla luce di luna

Allah ci guarda

E pace ci dona


Dormi figlio

Dormi ora

Dormi figlio

E fai oooo


 

ninna nanna

dormi ora

dormi figlio

e fai ooo



lo so cuore mio

tu hai fame

dormi figlio

che passano i desideri


le lacrime scendono

la pancia è vuota

non credevo no

a tanti sacrifici


il lupo urla

non vuole sentirti

nasconditi qua sotto

mannaggia il santo niente


ninna nanna

dormi ora

dormi figlio

e fai ooooo



ninna nanna

dormi ora

dormi figlio

e fai ooo



che notte lunga

senza la strada

la luna ti guarda

la barca ti dondola


Ti addormentasti

Tesoro di mamma

Se dormo pure io

Chi ti canta la ninna?


Il vento di terra

È salito è salito

La luna e le stelle

Nella notte ha spento


Un colpo di mare

Ha rotto la barca

L’acqua ci soffoca

Ci porta sotto


Nelle braccia di Allah

Sonno eterno ti da

Il figlio mio

Non ebbe fortuna


ninna nanna

dormi ora

dormi figlio

e fai ooooo


 

ninna nanna

dormi ora

dormi figlio

e fai ooo

Aggiungi commento

10


Codice di sicurezza
Aggiorna